Rewind 1-Il Richiamo della Morte di DarkDec

Note sulla Storia
In seguito alle critiche positive ricevute a Rewind 0, ho deciso di iniziare una vera e propria Saga.
Dopo aver massacrato un vampiro e la ragazza che gli sbavava dietro (la citazione era abbastanza esplicita?) i due si dirigono verso il confine del deserto prima che lo facciano gli altri gruppi di vampiri. Ma non sanno che qualcuno gli insegue...
Note dell'Autore sul Capitolo
Breve capitolo per aggiungere al mescolone anche uno Shinigami, un Dio della Morte Giapponese, perché non era ancora abbastanza folle.
I suoi passi riecheggiavano in tutto il treno, ogni suo respiro era una serie di minuscole fitte di dolore allo stomaco. Sentiva le ossa rotte graffiare contro la carne, la sensazione del sangue secco sul viso. E il ciondolo che batteva sulla gamba ad ogni movimento della mano.
-Dove sei, Demone? Dove sei?-La porta chiusa del vagone successivo si aprì da sola. Ai lati, due scheletri penzolavano attaccati al soffitto.-Sono venuto da te, ho un affare per te! Mostrati, Demone!-
Una figura umana uscì dalla porta, il capo chino. Si fermò ad un passo da lui, i capelli violacei con ciocche di argento smorto sul capo che fissava il pavimento. Dal colletto della giacca uscì un sottile tentacolo che girò due volte attorno alla fronte, e sollevò la testa. Il barista indietreggiò, fissando il volto bianco dagli occhi sbarrati che lo fissava, una traccia rossa intorno al collo -il sangue dovuto al collo spezzato.
-Cosa mi chiedi?-Chiese lo Shinigami, la voce bassa con una sfumatura metallica.-Perché sei venuto della mia dimora?-Avvicinò il volto a quello del barista.
-Due uomini-Il barista non distolse lo sguardo.-Un Inquisitore ed un altro uomo, probabilmente uno scienziato, sono venuti al mio locale ieri sera. Cercavano delle persone, le dovevano uccidere. Ma in camera con loro-Chinò la testa, gli occhi umidi. Una lacrima scese e tracciò un solco nel sangue scuro che gli permeava il volto.-C'erà mia figlia in camera da loro! Non so perché, era andata lì, l'avevano invitata, non lo so! Ma loro sono andati lì è hanno fatto strage. E lei è morta, morta!-
-Morta-Fece eco lo Shinigami, inclinando la testa.-Morta-Annui e si fissò il palmo della mano.-Morta così?!-Il tentacolo lasciò cadere la testa, che ricadde china.
-Si-sì-Disse il barisra, allontanandosi. Le lacrime tornarono a solcare il suo volto. La testa dello Shinigami si rialzò da sola, sorridente, e scricchiolando le vertebre si riadagiarono.
-Lo sapevo di già, Umano. Grazie per avermelo raccontato, comunque.-Sorrise ancora di più, con gli occhi sbarrati.-Adesso tu vuoi che io vada a cercare quei due uomini, che li uccida, gli spezzi il collo. Come hanno fatto con tua figlia, non è vero?-Il tentacolo si mosse e accarezzò la fronte del barista.
-S-sì.-
-Bene.-Lo Shinigami si avvicinò.-Il patto è stato stipulato. Otterrai il tuo desiderio...in cambio del mio.-E quattro tentacoli che etrminavano con una bocca a sanguisuga uscirono sotto la giacca, avvolgendo l'oste e divorando la carne. Le grida dell'uomo riempirono il treno.




      Bookmark and Share




Inserisci il codice mostrato sotto:
Nota: Puoi inserire una recensione, un voto o entrambi.

Voci nel Vento è online dal 30/05/2009. Le Storie, le Serie, le Fan Art, le Fan Fiction e tutto ciò che troverete, appartengono ai rispettivi autori. Qualsiasi utilizzo va concordato con loro. Il materiale presente nel sito non può essere riprodotto in nessuna forma senza il consenso del proprietario.
Nessuna storia è stata pubblicata con fini di lucro, né intende infrangere alcuna legge su diritti di pubblicazione e copyright.
Il sito declina ogni responsabilità sui contenuti presenti.

Spread Firefox Affiliate Button   Use OpenOffice.org