Sympathy for the Devil di ico

Note sulla Storia
visto che invado da un pezzo con raccontacci extra dello spirito, mi son detto "perché non farlo pure con end?" ecco una cosina su lucy. oh, e devo ancora decidere se è singolo o se ci farò un altro paio di capitoletti
Note dell'Autore sul Capitolo
link canzone! https://www.youtube.com/watch?v=6ZZ7EX4eoE0
Sympathy for the Devil



Fa male. Fa malissimo.
Maledizione neppure credevo di poter sentire tanto male!
Escluse le operazioni.

«Tu sei molto forte. Così stupenda. Perché non ci hai affrontati prima?»

Bravo, parla, così magari riesco a pensare a qualcosa che non sia questo braccio piegato in troppi punti e troppe direzioni e mi faccio venire qualche idea.
Esclusa quella.
Ok, non è solo il braccio. Sta costola mi punge troppo in profondo. Ma lui che un braccio l'ha perso non sente nulla? Che invidia!

«Davvero. Perché non ci hai combattuto prima? È così bello. Così gratificante. Non trovate anche voi?»
Voi chi? Questo capo dei demoni è sia forte che stramboide. Ora vuole fare conversazione?
È troppo strano. Meglio per me. Credo.
«Voi chi? Io sono sola. Non lo vedi. Gli occhi li hai.»
Uno in faccia e uno in petto, sempre che le parti valgano come quelle che conosco.
«Questo?» Agita la coda e si punta quello che sarebbe un torace. «No, questo serve per emanare potere. Vedi che adesso è brillante? Come il mio corpo? Perché sto utilizzando quasi la totalità del mio essere.»
Quasi? Per forza non vincevano! Quasi! Ma che dei imbecilli, ma che angeli deficienti! Combattevano questo stramboide che così non è la massimo?
Sticazzi. Come direbbe la terza.
«Tu non hai qualcosa che emana il tuo potere?»
«Non che io sappia.»
«Ma quello non è tutto il tuo potere. Lo sento.»
Oh. Tanto vale.
«Non posso usare tutto il mio potere.»

Il gran demone si spegne. Resta uguale, solo che ora è spinoso e nero, invece di spinoso e bianco.
«E come mai?»
«Perché mi hanno detto che è troppo.»
«Troppo potere non esiste. Tanto potere è tanta forza. Tanta bellezza. Quelli che chiamate dio non hanno tanto potere. Non sono belli. Fanno cose strane, e non ci piacciono. Gli angeli, alcuni hanno potere. Sono belli. Due sono molto molto belli. Li conosci?»
Eccome no.
«Una piccoletta con tante ali fini e una bestiona con troppe lame. Mie sorelle. Circa.»
«Loro. Sono bellissime. Così forti, così affascinanti. E tu lo sei enormemente di più. Molto, molto di più.»
«Per i demoni farsi fuori è bellezza?»
Ora domando io. Tanto il braccio a posto da solo non ci torna e il male resta. E sono una scema a parlare con questo.
Ma è così gentile. Mi piace. È simpatico. Credo.
«Certamente. Uno scontro rispettoso, al pieno del potere. E alla fine il vincitore ha il rispetto della bellezza del vinto, e questi della bellezza superiore del vincitore.»
«E non vi invidiate?»
«Che significa?»
«I vinti non sono arrabbiati per non aver vinto?»

Il demone scrolla le spalle. Che gesto è?
«Certo che no. Questa invidia non la conoscevo. Non mi piace. Perché dovrebbero? La bellezza sta nello scontro. È bello il combattere, la forza altrui. Ma la bellezza sta nel combattere.»
Così diversi.
«Per gli dei essere sotto a qualcuno è fonte di rabbia e fastidio. E anche chi non rispetta i loro canoni di... ogni cosa. Io non piaccio loro, per dire.»
«Sbagliano, secondo il nostro modo di essere. Sbagliano, molto, nel non adorarti.»

Mi alzo. È il primo ad essere così gentile. L'unico.
Dovrebbe essere il nemico, no? Quelli cattivi. Come no. Quelli cattivi. Quelli di là, ecco.
Finisce che sono meglio di questi di qua. Ma di sicuro.
Ah, ok.
Allargo le ali. Due, quattro, sei. Dodici.
«E allora facciamo che io sono come voi e ti mostro tutta la mia bellezza. E all'inferno gli dei.»
Inferno, bel termine. Troverò qualcosa in cui usarlo.

Il gran demone riprende a scintillare. Più forte di prima. «Questo è tutto il mio potere.»
Spalanco le ali e vedo sgretolarsi la realtà che mi circonda. «Questo il mio.»

L'occhio che lui ha sulla testa si allarga, la pupilla diventa un cerchio perfetto.
«Sei la più bella di tutti.»
Sorrido.
«Grazie.»

Un istante. O meno.

Fa anche più male. E credo di non aver un osso intero in corpo. Mi avvicino, zampettando malamente con le ali. Meno male che ci riesco.
Ahi ahiahi. Dovrei essere stramorta a pensarci. Mi meraviglio da sola.

E il pianeta non è messo tanto meglio. Intravedo sassi un po' ovunque.
Ah, pure la stella è andata. Oh, son tante. Questa era pure rossa, non mi piace il rosso.

Il gran demone ora è solo un pezzo di busto. Nero e viola.
«Ti ringrazio di tanta bellezza.»
«Magari non muori.» Ma non ci credo mentre lo dico.
«Oh, devo e voglio morire. Sarebbe offensivo verso di te, che hai tanta bellezza. Ma non era tutta, vero?»
Beccata. Annuisco.
«Peccato. Ma sta bene. È stato grandioso. Hai un nome, portatrice di tanto splendore?»
Più o meno. «I.»
«Ha un significato nella vostra lingua?»
«No. Non aver fantasia, forse. Significa che sono la prima di tre.»
«Non mi piace. Gli altri angeli hanno nomi.»
«Robe che finiscono tipo “el”. Cose così. Suonano carini.»
Il gran demone tace per alcuni attimi. Davvero, ancora non muore. Magari forse ce la fa. Dai dai.
Poi parla.
«Lucifel.»
«Come?»
«Il tuo nome. Non dovrei dare nomi, ma I non è nulla. E la tua bellezza merita un nome.»
Scoppio a piangere. Un nome. Lui mi ha dato un nome.
«Cosa fai? Perdi liquido?»
«Sto piangendo. Perché sei il primo amico che ho. E sto per perderti.»
Di nuovo tace.
«Molto bello. Mi piace il suono della parola. È bello essere amico. Posso chiederti di mostrare il tuo splendore anche agli altri?»
«Vorrei stare con loro, ad essere sincera.»
«Lo apprezzerebbero. Grazie.»

Chiede l'occhio e svanisce. Come polvere.
Sono triste. Era carino e gentile.
Dovrei davvero passare coi demoni. E andare all'inferno.
E essere Lucifel. Ha un bel suono!




      Bookmark and Share




Inserisci il codice mostrato sotto:
Nota: Puoi inserire una recensione, un voto o entrambi.

Voci nel Vento è online dal 30/05/2009. Le Storie, le Serie, le Fan Art, le Fan Fiction e tutto ciò che troverete, appartengono ai rispettivi autori. Qualsiasi utilizzo va concordato con loro. Il materiale presente nel sito non può essere riprodotto in nessuna forma senza il consenso del proprietario.
Nessuna storia è stata pubblicata con fini di lucro, né intende infrangere alcuna legge su diritti di pubblicazione e copyright.
Il sito declina ogni responsabilità sui contenuti presenti.

Spread Firefox Affiliate Button   Use OpenOffice.org